Sport, un bando da 20 milioni di euro per migliorare e qualificare l’impiantistica sportiva

Ammontano a 20 milioni di euro le risorse che la Giunta regionale ha messo a disposizione degli enti locali dell’Emilia-Romagna per l’impiantistica e gli spazi sportivi. Messi in campo attraverso un apposito bando, appena pubblicato, i fondi faranno da volano a investimenti complessivi per oltre 40 milioni di euro. Le risorse – che si aggiungono ai quasi 5 milioni di euro già stanziati negli anni precedenti – andranno a sostenere la realizzazione di progetti per migliorare e qualificare il patrimonio impiantistico dell’intero territorio emiliano-romagnolo.

I Comuni, in forma singola o associata, avranno tempo fino al 20 febbraio 2018 per presentare le richieste del contributo regionale che andrà a coprire il 50% dell’investimenti complessivi per la realizzazione di nuovi impianti sovracomunali o ampliamenti di strutture già esistenti nonché per il miglioramento e la conservazione di impianti esistenti.

Le risorse, finanziate dal Cipe nell’ambito della programmazione dei Fondi per lo sviluppo e la coesione sociale, sono ripartite sui territori provinciali destinando: 3 milioni e 925 mila euro a Bologna, 1 milione e 777 mila euro a Ferrara, 1 milione e 906 mila euro a Forlì-Cesena, 2 milioni e 786 mila euro a Modena, 2 milioni e 58 mila euro a Parma, 1 milione e 598 mila euro a Piacenza, 1 milione e 899 mila euro a Ravenna, 2 milioni e 32 mila euro a Reggio Emilia e 1 milione e 743 mila euro a Rimini.

Il Bando: gli interventi finanziabili

  • a) interventi di ampliamento di spazi e impianti sportivi e realizzazione di nuovi impianti con un bacino di utenza sovracomunale;
  • b) interventi di recupero funzionale, di ristrutturazione, di manutenzione straordinaria, di miglioramento sismico, di efficientamento energetico, di messa a norma e di messa in sicurezza volti al miglioramento e alla qualificazione dell’offerta di servizi e impianti sportivi;
  • c) interventi di realizzazione di nuovi spazi attrezzati e aree verdi, collegati ad impianti sportivi, che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali.

Chi può presentare la domanda?

I progetti dovranno essere presentati da Enti locali in forma singola o associata per la realizzazione di interventi su impianti di proprietà pubblica.

Contributo

Il contributo regionale non potrà eccedere la percentuale del 50% della spesa ritenuta ammissibile in seguito alla valutazione del progetto; tale percentuale può essere innalzata fino al 70% per i Comuni rientranti nelle zone svantaggiate (le zone montane e le aree interne ai sensi della DGR n. 473/2016); il contributo massimo concedibile è di Euro 500.000,00, ad eccezione dei Comuni capoluogo per i quali può essere innalzato fino ad 1 milione di euro.

Dimensione minima dei progetti

Al fine di consentire un utilizzo produttivo delle risorse finanziarie ciascun progetto dovrà prevedere da quadro economico i seguenti costi minimi di investimento:

  • Euro 300.000,00 per gli interventi di tipo A (nuovi impianti e ampliamenti)
  • Euro 100.000,00 per gli interventi di tipo B e C (recupero funzionale, manutenzione straordinaria e aree verdi).

Non verranno ammessi a contributo interventi che prevedano un costo inferiore a tali soglie minime. Gli interventi che possono essere finanziati non devono essere stati avviati al momento della pubblicazione di questo bando e per ciascuno di essi deve essere stato approvato almeno un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Ciascun soggetto richiedente può presentare domanda di contributo per un solo progetto.

Spese ammissibili

  • le spese tecniche di progettazione, studi e analisi, rilievi, direzione lavori, collaudi, perizie e consulenze tecniche e professionali fino ad un massimo del 10% della spesa ammessa a contributo, purché le stesse siano strettamente legate all’intervento e siano previste nel quadro economico;
  • le spese per opere edili, murarie e impiantistiche;
  • le spese per l’acquisto di arredi e attrezzature sportive permanenti, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo, nella misura del 10% della spesa ammessa a contributo;
  • l’acquisto e/o l’esproprio di terreni per un importo non superiore al 20% della spesa totale ammessa a contributo;
  • l’acquisto e/o l’esproprio di edifici per un importo non superiore al 50% della spesa totale ammessa a contributo;
  • l’Imposta sul Valore aggiunto, nonché ogni altro tributo o onere fiscale, previdenziale o assicurativo attinente alla realizzazione dell’intervento, purché non siano recuperabili.

Termine di presentazione
Il bando prevede che la domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente compilando l’apposito modulo scaricabile dal sito della Regione alle pagine http://www.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione/bandi e http://www.regione.emilia-romagna.it/sport. La domanda va inviata, pena la non ammissione, entro le ore 24 del 20 febbraio 2018.

 

Qua il bando impiantistica sportiva 2017

Bandi aperti in Regione | Novembre 2017

I finanziamenti aperti in Regione Emilia Romagna al 27 ottobre 2017:

AGRICOLTURA

Avviso pubblico per soccorso alla fauna in difficoltà
Possibilità di stipulare convenzioni con Centri per il recupero degli animali selvatici e Organizzazioni di volontariato. Pubblicato il: 23/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 23:55

4.1.03 Invasi e reti di distribuzione
Pubblicato il: 02/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 18/01/2018 23:55

4.3.02 Infrastrutture irrigue
Pubblicato il: 26/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/01/2018 13:00

3.1.01 Partecipazione a regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari
Pubblicato il: 23/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 15/12/2017 23:55

1.1.01 Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze e 1.3.01 Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali
Pubblicato il: 10/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 10/09/2018 12:00

4.3.01 Infrastrutture viarie e di trasporto
Pubblicato il: 03/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 19/01/2018 23:55

5.1.03 Investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze derivanti da avversità biotiche – prevenzione danni da halyomorpha halys
Pubblicato il: 11/09/2017 | Scadenza termini partecipazione: 07/12/2017 23:55

6.1.01 Insediamento dei giovani agricoltori e 4.1.02 Ammodernamento di aziende agricole dei giovani agricoltori”
Pubblicato il: 20/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 12:00

 

AMBIENTE

Contributi per interventi di riduzione del rischio sismico su edifici privati OCDPC 344/2016 – graduatorie definitive
Pubblicate le graduatorie definitive relative alle domande di contributo per edifici privati OCDPC 344/2016, ai sensi della D.G.R. n. 2188/2016. Pubblicato il: 07/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 05/02/2018 23:55

 

IMPRESE

International Accelerator
Programma regionale per la ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico. Pubblicato il: 23/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 01/02/2018 13:00

Desk in Silicon Valley
Programma regionale per la ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico. Pubblicato il: 23/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/05/2018 13:00

Mindset Program 6°Edizione
Programma regionale per la ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico. Pubblicato il: 23/11/2017 | Scadenza termini partecipazione: 16/01/2018 13:00

Fondo Starter
Por Fesr 2014-2020, Asse 3, Azione 3.5.1 – Contributi per piccole imprese in forma singola o associata. Pubblicato il: 22/06/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/01/2018 23:55

Contributo alle imprese e ai professionisti tramite Consorzi Fidi
Contributo alle imprese e ai professionisti. Pubblicato il: 13/04/2017

Start up innovative 2017
Contributi per piccole e micro imprese. Pubblicato il: 13/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 17:00

Fondo regionale microcredito
Accesso al credito agevolato per imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti. Pubblicato il: 13/03/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/12/2017 23:55

Fondo di cogaranzia regionale per l’accesso al credito delle imprese
Delibera di Giunta regionale n. 231 del 8 febbraio 2010 – Agevolazioni per le imprese. Pubblicato il: 08/02/2010

Agevolazioni sotto forma di garanzia e contributi in conto interessi gestiti da consorzi-fidi e cooperative di garanzia
Sviluppo e riqualificazione del patrimonio e dell’offerta turistica regionale. Pubblicato il: 01/01/2010

Fondo di rotazione
Fondo per società cooperative tramite finanziamenti agevolati a valere sul fondo rotativo Foncooper. Pubblicato il: 28/02/2008

 

SOCIALE E TERZO SETTORE

“Dopo di noi” Bando fondo disabilità
Le domande entro il 31 gennaio 2018. Destinatari dei contributi: Comuni e loro forme associative, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di genitori e singoli familiari.

Disabili – Contributi per l’acquisto o l’adattamento dell’auto (legge regionale n. 29/1997 articolo 9)
L’articolo 9 della legge regionale n. 29/1997 prevede contributi a favore delle persone disabili che desiderano acquistare o adattare il proprio autoveicolo privato. I contributi sono concessi da Comuni e Regione. Le domande dovranno essere presentate al proprio comune di residenza, o ad altro ente a tal fine delegato dal proprio comune.

Disabili-Contributi per favorire la permanenza nel proprio ambiente di vita (legge regionale n. 29/1997 articolo 10)
l’articolo 10 della legge regionale n. 29/97, al fine di limitare le situazioni di dipendenza assistenziale e per favorire l´autonomia, la gestione e la permanenza nel proprio ambiente di vita delle persone in situazione di handicap grave, prevede contributi finalizzati all´acquisto di strumentazioni, ausili, attrezzature e arredi personalizzati. Le domande dovranno essere presentate al proprio comune di residenza, o ad altro ente a tal fine delegato dal proprio comune.

Sport, 1 milione e 750 mila euro per eventi, pratica sportiva e associazioni

Via libera ai contributi per lo sport. Nell’ultima seduta, la Giunta regionale ha approvato le graduatorie di tre avvisi pubblici che hanno sbloccato 1 milione e 750 mila euro per eventi e progetti sportivi, nonché per la promozione dell’associazionismo sportivo in Emilia-Romagna. I bandi erano stati promulgati la scorsa estate: complessivamente sono 171 i progetti finanziati, presentati da enti e associazioni sportive. Una partecipazione che è andata al di là delle aspettative e che testimonia il buon lavoro fatto da tutti i protagonisti del settore.

Inoltre, rispetto al 2016, da parte della Regione c’è stato un aumento dei contributi pari a 500 mila euro. A livello provinciale, a Reggio Emilia arrivano fondi per 149 mila euro.

La destinazione dei fondi

  • Contributi per eventi e manifestazioni di carattere sportivo sul territorio regionale – Si partiva da un impegno finanziario complessivo di 1.222.000 euro, di cui 872.000 per sostenere i grandi eventi sportivi e gli eventi a rilevanza sovraregionale (Ge e Ers) e 350.000 per quelli a rilevanza regionale (Err). Sono state ammesse a contributo 124 domande: 66 relative ai Ge e Ers e 58 relative agli Err.
  • Contributi per progetti finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della personaattraverso la pratica sportiva – A fronte di un impegno finanziario complessivo di 400.000 euro sono state ammesse a contributo 41 domande.
  • Contributi per la promozione, diffusione e l’organizzazione dell’associazionismo sportivo in Emilia-Romagna – Questo bando ha visto l’investimento di 127.000 euro, ammessi a contributo 6 progetti.

Info:

Centri commerciali naturali delle città, 380mila euro per la provincia di Reggio Emilia

Ricostruire la rete delle botteghe diffuse, potenziare le zone del commercio all’interno dei quartieri e nelle aree storiche delle città. Sono i centri commerciali naturali delle città, presìdi importanti della qualità urbana e sociale che la Regione Emilia-Romagna vuole promuovere e incentivare. E lo fa grazie anche a un finanziamento complessivo di 3 milioni 430mila euro per 36 progetti (quattro per ciascuna provincia) da realizzare nel 2018 per qualificare e rendere più attraente il sistema commerciale locale. Sulla base della legge regionale 41/97 che regola gli interventi di valorizzazione nel settore del commercio, la Giunta regionale ha stanziato un milione 430mila euro per 18 interventi di valorizzazione e riqualificazione delle aree commerciali, mercati, spazi e arredi urbani (contributo del 37% rispetto alla somma richiesta) e un milione di euro per 18 progetti di promozione e marketing del territorio da parte degli enti locali (contributo del 57%) rivolti allo sviluppo di reti commerciali qualificate e alla valorizzazione delle eccellenze.

I contributi regionali assegnati agli enti locali della provincia di Reggio Emilia ammontano a 379.499 euro così suddivisi:

  • Ventasso: 29.783 €
  • Castelnovo di Sotto: 250.000 €
  • Reggio Emilia: 56.980 €
  • Correggio: 42.735 €

Qua tutti gli interventi per provincia.

Bandi aperti in Regione | Ottobre 2017

I finanziamenti aperti in Regione Emilia Romagna al 27 ottobre 2017:

AGRICOLTURA

Partecipazione a regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari
Pubblicato il: 23/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 15/12/2017 23:55

Avviso pubblico domande di contributo sui fondi OCM vino previsti dalla misura “Promozione sui mercati dei Paesi terzi” per la campagna 2017/2018
La Regione Emilia-Romagna concede contributi al 50% ai produttori di vino e alle loro associazioni per la promozione del vino nei Paesi terzi. Pubblicato il: 10/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 06/11/2017 15:00

Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze e 1.3.01 Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali
Pubblicato il: 10/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 10/09/2018 12:00

Infrastrutture viarie e di trasporto
Pubblicato il: 03/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 19/01/2018 23:55

Investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze derivanti da avversità biotiche – prevenzione danni da halyomorpha halys
Pubblicato il: 11/09/2017 | Scadenza termini partecipazione: 07/12/2017 23:55

Aiuto all’avviamento di imprese extra-agricole in zone rurali
Pubblicato il: 16/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 17/11/2017 23:55

Ripristino delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici
Pubblicato il: 08/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 11/11/2017 23:55

Apicoltura: bando per la seconda annualità stralcio 2017/2018
Pubblicato il: 01/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 10/11/2017 23:55

Insediamento dei giovani agricoltori e Ammodernamento di aziende agricole dei giovani agricoltori”
Pubblicato il: 20/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 12:00

Sviluppo e commercializzazione dei servizi turistici per il turismo rurale – Associazioni di operatori agrituristici e fattorie didattiche
Scadenza termini partecipazione: 27/11/2017 12:00

 

CULTURA

Invito a presentare progetti specifici di divulgazione e valorizzazione della Memoria e della Storia del Novecento in Emilia-Romagna – anno 2017
Per Istituti Storici associati o collegati alla rete dell’INSMLI. Pubblicato il: 18/10/2017 | Scadenza termini partecipazione: 03/11/2017 23:55

 

IMPRESE

Servizi innovativi per le pmi 2017
Contributi per piccole e medie imprese. Pubblicato il: 21/09/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/10/2017 13:00

Commercializzazione turistica – Anno 2018
L.R. 4/2016 – Contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata. Pubblicato il: 07/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/10/2017 23:55

Consolidamento e rafforzamento delle strutture a sostegno della promozione imprenditoriale
Manifestazione di interesse rivolta ai soggetti pubblici e privati. Pubblicato il: 03/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 27/10/2017 23:55

Contributo alle imprese e ai professionisti tramite Consorzi Fidi
Contributo alle imprese e ai professionisti. Pubblicato il: 13/04/2017

Start up innovative 2017
Contributi per piccole e micro imprese. Pubblicato il: 13/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 17:00

Fondo regionale microcredito
Accesso al credito agevolato per imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti. Pubblicato il: 13/03/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/12/2017 23:55

Agevolazioni sotto forma di garanzia e contributi in conto interessi gestiti da consorzi-fidi e cooperative di garanzia
Sviluppo e riqualificazione del patrimonio e dell’offerta turistica regionale. Pubblicato il: 01/01/2010

Fondo di rotazione
Fondo per società cooperative tramite finanziamenti agevolati a valere sul fondo rotativo Foncooper. Pubblicato il: 28/02/2008

 

SOCIALE E TERZO SETTORE

“Dopo di noi” Bando fondo disabilità
Le domande entro il 31 gennaio 2018. Destinatari dei contributi: Comuni e loro forme associative, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di genitori e singoli familiari.

Disabili – Contributi per l’acquisto o l’adattamento dell’auto (legge regionale n. 29/1997 articolo 9)
L’articolo 9 della legge regionale n. 29/1997 prevede contributi a favore delle persone disabili che desiderano acquistare o adattare il proprio autoveicolo privato. I contributi sono concessi da Comuni e Regione. Le domande dovranno essere presentate al proprio comune di residenza, o ad altro ente a tal fine delegato dal proprio comune.

Disabili-Contributi per favorire la permanenza nel proprio ambiente di vita (legge regionale n. 29/1997 articolo 10)
l’articolo 10 della legge regionale n. 29/97, al fine di limitare le situazioni di dipendenza assistenziale e per favorire l´autonomia, la gestione e la permanenza nel proprio ambiente di vita delle persone in situazione di handicap grave, prevede contributi finalizzati all´acquisto di strumentazioni, ausili, attrezzature e arredi personalizzati. Le domande dovranno essere presentate al proprio comune di residenza, o ad altro ente a tal fine delegato dal proprio comune.

 

Dopo di noi: bando da 2,8 milioni per garantire assistenza e autonomia ai familiari disabili rimasti privi di sostegno

Garantire assistenza, indipendenza e autonomia ai familiari disabili rimasti privi di sostegno, perché orfani o con genitori ormai anziani, quindi anch’essi non più autosufficienti. É la speranza di tante famiglie che vivono in questa difficile, e spesso angosciante, situazione. Una risposta concreta arriva dalla Regione, che per il 2017 mette a disposizione 2,8 milioni di euronell’ambito del programma di attuazione della Legge nazionale sul ‘Dopo di noi’, che ha proprio l’obiettivo di favorire l’assistenza, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone sole e gravemente disabili. Le risorse – che costituiscono una parte dei fondi statali assegnati all’Emilia-Romagna, in totale oltre 13 milioni – finanzieranno uno specifico bando, approvato oggi dalla Giunta regionale, per l’avvio di nuove forme di coabitazione. Rientrano in questa categoria appartamenti per piccoli gruppi (massimo 5 persone) o soluzioni di co-housing (un modo di abitare in comunità, che coniuga gli spazi privati con aree e servizi a uso comune), purché riproducano le condizioni abitative e le relazioni della casa familiare.

Destinatari dei contributi sono i Comuni e loro forme associative, le organizzazioni di volontariato, le cooperative sociali, ma anche associazioni di genitori e singoli familiari. Il finanziamento massimo concesso per ogni intervento non potrà superare il 90% del costo complessivo e non dovrà essere inferiore a 50 mila euro in quanto, per gli interventi al di sotto di questa cifra, la Regione ha già destinato agli Enti locali specifiche risorse con il primo riparto del fondo “Dopo di Noi”. Tra le spese ammissibili figurano l’acquisto di immobili e la ristrutturazione di appartamenti privati (quindi non strutture di accoglienza o case di riposo), l’acquisto di attrezzature, soluzioni tecnologiche e arredi 

Come presentare domanda

Le richieste di contributi devono essere inviate entro il 31 gennaio 2018 tramite Pec (indirizzo segrsst@postacert.regione.emilia- romagna.it) o per posta ordinaria, oppure consegnate a mano entro questa data al servizio Strutture, tecnologie e sistemi informativi della Regione (viale Aldo Moro, 21 – 40137 Bologna).

Il Programma regionale

Il primo Programma regionale di attuazione della Legge nazionale sul ‘Dopo di noi’ è finanziato, per l’Emilia-Romagna, con oltre 13 milioni di euro suddivisi nel triennio 2016-2018. Parte dei fondi – 6,6 milioni di euro già assegnati – è destinata a Comuni e loro Unioniper attivare e potenziare programmi di intervento che prevedono, laddove le condizioni fisiche della persona disabile lo consentano, soluzioni alternative all’istituto, come la propria casa di origine, o l’accoglienza in abitazioni, gruppi-appartamento e co-housing. Per usufruire del sostegno è necessaria una valutazione complessiva effettuata da équipe di operatori sociali e sanitari dei Comuni e delle Aziende Usl. Una modalità già consolidata in Emilia-Romagna per l’accesso alle prestazioni del Fondo regionale per la non autosufficienza, che prevede la presenza in ogni distretto di una specifica Unità di valutazione incaricata di accertare gli effettivi bisogni e formulare proposte di progetti personalizzati. Le risorse rimanenti dopo questo bando saranno utilizzate nel 2018.

La legge sul “Dopo di noi”

La norma – approvata il 14 giugno 2016 – è “volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità” e per la prima volta individua e riconosce specifiche tutele per le persone con disabilità quando vengono a mancare i parenti che si sono presi cura di loro fino a quel momento. L’obiettivo della legge è garantire la massima autonomia delle persone disabili, evitando quando possibile il ricorso all’assistenza in istituto. La legge, inoltre, stabilisce la creazione di un Fondo per l’assistenza e il sostegno ai disabili privi dell’aiuto della famiglia e agevolazioni per privati, enti e associazioni che decidono di stanziare risorse a loro tutela: sgravi fiscali, esenzioni e incentivi per la stipula di polizze assicurative, trasferimenti di beni e diritti post-mortem. Il Fondo, compartecipato da Regioni, enti locali e organismi del terzo settore, ha una dotazione triennale complessiva di 90 milioni di euro per il 2016, 38,3 milioni per il 2017 e 56,1 milioni per il 2018.

Al via un bando della Regione per dare casa a donne vittime violenza

Pagamento dell’affitto e delle spese condominiali fino a dodici mesi, contratti di allacciamento di luce e gas, contributi perl’acquisto di elettrodomestici.

Sono solo alcuni degli interventi che la Regione Emilia-Romagna finanzierà, con oltre 600 mila euro, per dare una casa alle donne vittime di violenza. Donne che, per sfuggire ai soprusi, hanno lasciato l’abitazione familiare rifugiandosi nei Centri antiviolenza e alle quali, per ricostruirsi una vita anche in compagnia dei propri figli, serve rendersi autonome dal punto di vista abitativo. Magari dividendo un appartamento con altre donne nelle stesse condizioni.

Proprio per finanziare l’assistenza e la protezione delle donne e dei loro figli in difficoltà, la Giunta regionale ha approvato un bando nell’ambito del Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere (previsto dal decreto ministeriale del 25 novembre 2016). É rivolto ai Comuni e Unioni di Comuni e mette a disposizione 640mila euro in due anni per progetti finalizzati all’autonomia abitativa, sia in appartamento autonomo sia in coabitazione, anche attraverso un accesso agevolato all’edilizia residenziale pubblica.

Db Milano 19/06/2013 – violenza sulle donne / foto Daniele Buffa/Image
nella foto: violenza sulle donne

Il bando
Il contributo massimo concesso dalla Regione per il percorso di autonomia abitativa di ogni singola donna è 8.000 euro. Tra le spese ammissibili figurano, oltre al canone di affitto per un massimo di 12 mesi (anche per alloggi di Edilizia residenziale pubblica), il deposito cauzionale o mediazione immobiliare, spese condominiali; allacciamenti, volture e utenze; acquisto arredi o elettrodomestici; manutenzione ordinaria dell’alloggio.

Le domande potranno essere presentate entro 45 giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna, prevista nei prossimi giorni, e inviate in formato digitale al servizio Politiche sociali e Socio educative della Regione (viale Aldo Moro, 21 – 40137 Bologna). Indirizzo PEC segrsvilsoc@postacert.regione.emilia-romagna.it

Bandi aperti in Regione | Settembre 2017

I finanziamenti aperti in Regione Emilia Romagna al 27 settembre 2017:

AGRICOLTURA

5.1.03 Investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze derivanti da avversità biotiche – prevenzione danni da halyomorpha halys
Pubblicato il: 11/09/2017 | Scadenza termini partecipazione: 07/12/2017 23:55

6.2.01 Aiuto all’avviamento di imprese extra-agricole in zone rurali
Pubblicato il: 16/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 17/11/2017 23:55

8.4.01 Ripristino delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici
Pubblicato il: 08/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 11/11/2017 23:55

Apicoltura: bando per la seconda annualità stralcio 2017/2018
Pubblicato il: 01/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 10/11/2017 23:55

Gal ModenaReggio_B.1.1. “Qualificazione e diversificazione funzionale e organizzativa delle imprese a servizio del turismo”
Pubblicato il: 24/07/2017 | Scadenza termini partecipazione: 23/10/2017 23:55

8.1.01-02-03 Bandi per il sostegno alla forestazione e all’imboschimento
Pubblicato il: 21/06/2017 | Scadenza termini partecipazione: 29/09/2017 23:55

6.1.01 Insediamento dei giovani agricoltori e 4.1.02 Ammodernamento di aziende agricole dei giovani agricoltori”
Pubblicato il: 20/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 12:00

Bando progetti di filiera
Pubblicato il: 10/03/2017 | Scadenza termini partecipazione: 29/09/2017 12:00

1.1.01 Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze e 1.3.01 Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali
Pubblicato il: 12/12/2016 | Scadenza termini partecipazione: 30/09/2017 12:00

Avviso pubblico: aggiornamento Catalogo verde
L’avviso pubblico di Catalogo verde raccoglie le “proposte formative” dei fornitori di servizi. Pubblicato il: 26/09/2016 | Scadenza termini partecipazione: 20/10/2017 12:00

16.3.01 Sviluppo e commercializzazione dei servizi turistici per il turismo rurale – Associazioni di operatori agrituristici e fattorie didattiche
Scadenza termini partecipazione: 27/11/2017 12:00

1.1.01 Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze e 1.3.01 Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali
Scadenza termini partecipazione: 10/09/2018 12:00

AMBIENTE

Contributi per la gestione e manutenzione dei percorsi escursionistici dell’Emilia-Romagna
Contributi concessi per programmi di gestione e manutenzione ordinaria dei percorsi escursionistici e di omogeneizzazione della segnaletica.
Data di pubblicazione 19/07/2017 | Scadenza termini partecipazione 30/09/2017 23:55

Bando ecobonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti
Fino al 10 ottobre prossimo, sarà possibile richiedere gli eco-bonus regionali, per un valore massimo di 2500 euro, destinati alle imprese emiliano-romagnole per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti con nuovi mezzi per il trasporto merci.
Scadenza termini partecipazione 10/10/2017 12:00

IMPRESE

Agevolazioni sotto forma di garanzia e contributi in conto interessi gestiti da consorzi-fidi e cooperative di garanzia
Sviluppo e riqualificazione del patrimonio e dell’offerta turistica regionale (Legge regionale 40/02) – Titolo IV – Art. 12

Fondo di cogaranzia regionale per l’accesso al credito delle imprese
Delibera di Giunta regionale n. 231 del 8 febbraio 2010 – Agevolazioni per le imprese

Contributo alle imprese e ai professionisti tramite Consorzi Fidi
Legge regionale n. 26 art. 3 – Contributo alle imprese e ai professionisti

Fondo di rotazione
Programma Attività Produttive, Misura 2.2, Azione C – Fondo per società cooperative tramite finanziamenti agevolati a valere sul fondo rotativo Foncooper

Fondo regionale microcredito
Legge regionale n. 23/2015 – Accesso al credito agevolato per imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti. La  Regione intende promuovere l’accesso al credito per lo sviluppo delle attività di lavoro autonomo, libero professionale e di micro impresa.
Pubblicato il: 13/03/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/12/2017 23:55

Start up innovative 2017
Por Fesr 2014-2020, Asse 1, Azione 1.4.1 – Contributi per piccole e micro imprese. l bando vuole sostenere l’avvio e il consolidamento di start up innovative ad alta intensità di conoscenza.
Pubblicato il: 13/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/11/2017 17:00

Commercializzazione turistica – Anno 2018
L.R. 4/2016 – Contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese, anche in forma associata.  L’intervento finanziario ha l’obiettivo di favorire gli investimenti delle imprese nell’ambito della promo-commercializzazione dei prodotti e dei servizi offerti dal settore turistico emiliano-romagnolo.
Pubblicato il: 07/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/10/2017 23:55

Servizi innovativi per le pmi 2017
Por Fesr 2014-2020, Asse 1, Azione 1.1.2 – Contributi per piccole e medie imprese
Pubblicato il: 21/09/2017 | Scadenza termini partecipazione: 31/10/2017 13:00

Consolidamento e rafforzamento delle strutture a sostegno della promozione imprenditoriale
Programma regionale attività produttive 2012-2015, Attività 5.1 – Manifestazione di interesse rivolta ai soggetti pubblici e privati. La Regione intende sostenere lo sviluppo delle infrastrutture per la competitività e per il territorio, in particolare si propone di promuovere il consolidamento e il rafforzamento delle strutture a sostegno della promozione imprenditoriale.
Pubblicato il: 03/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 27/10/2017 23:55

Associazioni di consumatori – Anno 2017
Legge regionale 45/92 – Contributi per le associazioni di consumatori-utenti iscritti ai registri regionali. Sono previsti contributi per le associazioni dei consumatori-utenti iscritte al registro regionale, nella misura del 60% delle spese ammissibili, per la realizzazione di programmi di attività di assistenza e consulenza al consumatore-utente.
Pubblicato il: 28/02/2017 | Scadenza termini partecipazione: 20/10/2017 23:55

Rimozione carenze strutturali e miglioramento sismico nelle aree colpite dal sisma
Ordinanza n. 13 del 15 maggio 2017 – Contributi per le impresa
Pubblicato il: 01/06/2017 | Scadenza termini partecipazione: 16/10/2017 23:55

Progetti di promozione dell’export e per la partecipazione ad eventi fieristici
Por Fesr 2014-2020, Asse 3, Azione 3.4.1 – Contributi per piccole e medie imprese. Il bando intende rafforzare la presenza delle imprese emiliano-romagnole su mercati internazionali, contribuendo a diversificare i mercati di sbocco e a rafforzare la competitività del sistema produttivo regionale.
Pubblicato il: 13/04/2017 | Scadenza termini partecipazione: 11/10/2017 23:55

Progetti Ict per professionisti
Por Fesr 2014-2020, Asse 3 , Azione 3.5.2 – Contributi per le attività professionali. Il  bando è finalizzato al supporto di soluzioni Ict per le attività delle libere professioni e l’implementazione di servizi e di soluzioni avanzate in grado di incidere significativamente sull’organizzazione interna, sull’applicazione delle conoscenze, sulla gestione degli studi e sulla sicurezza informatica.
Pubblicato il: 22/03/2017 | Scadenza termini partecipazione: 10/10/2017 17:00

Premio ER.Rsi 2017 – Innovatori responsabili
Legge regionale 14/2014 – Innovazione, qualificazione e responsabilità sociale delle imprese
Pubblicato il: 17/07/2017 | Scadenza termini partecipazione: 02/10/2017 23:55

Fondo Energia
Por Fesr 2014-2020, Asse 4, Azione 4.2.1 – Contributi per imprese in forma singola o associata. La Regione Emilia-Romagna ha costituito il Fondo multiscopo di finanza agevolata a compartecipazione privata, che per il settore energia intende sostenere i interventi di green economy, volti a favorire processi di efficientamento energetico nelle imprese e l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili al fine di aumentarne la competitività. Il comparto energia del fondo ha una dotazione finanziaria di 36 milioni di euro.
Pubblicato il: 22/06/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/09/2017 23:55

Bando per l’attrazione di investimenti in settori avanzati di industria 4.0
Por Fesr 2014-2020, Assi 1 e 4, Azioni 1.1.1 – 1.1.4. – 1.5.1. – 4.2.1. Il bando dà attuazione alla legge regionale n.14 del 18 luglio 2014, Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna focalizzando gli investimenti in grado di accelerare la diffusione di attività e competenze avanzate legate a Industria 4.0.
Pubblicato il: 26/07/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/09/2017 23:55

Fondo Starter
Por Fesr 2014-2020, Asse 3, Azione 3.5.1 – Contributi per piccole imprese in forma singola o associata. La Regione Emilia-Romagna ha costituito il Fondo multiscopo di finanza agevolata a compartecipazione privata, che per il settore nuove imprese intende favorire la nascita di nuove imprese e sostenere la crescita delle imprese operanti nel settore. Il comparto energia del fondo ha una dotazione finanziaria di 11 milioni di euro.
Pubblicato il: 22/06/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/09/2017 23:55

Progetti di conservazione e restauro del patrimonio costumistico, di attrezzature e materiali per rievocazioni storiche
L.R. n. 3/2017 – Contributi per associazioni di rievocazione storica
Pubblicato il: 09/08/2017 | Scadenza termini partecipazione: 30/09/2017 23:55

SPORT

Sport missione comune bando 2017
L’associazione nazionale comuni italiani – ANCI e l’istituto per il credito sportivo hanno sottoscritto il 31/05/2017 un protocollo d’intesa che prevede tra l’altro la concessione di contributi in conto interessi sui mutui per impianti sportivi.
I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, comprese le piste ciclabili, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.

Viaggi della Memoria anno 2018 – V edizione

Anche nel 2018 l’Assemblea legislativa contribuirà al finanziamento dei “Viaggi della Memoria”. I destinatari di tali iniziative – che prevedono la visita dei Luoghi della Memoria del Novecento sul territorio regionale, nazionale e internazionale – sono studenti, insegnanti, operatori culturali delle scuole primarie e secondarie di qualsiasi ordine e grado della Regione Emilia-Romagna.

I soggetti autorizzati a presentare i progetti (scuole, associazioni, enti locali, altri soggetti pubblici e privati della regione Emilia-Romagna) devono contattare l’Istituto storico del proprio territorio provinciale per avere informazioni, supporto alla progettazione e alla compilazione, e presentare infine all’Istituto stesso il proprio progetto entro il 20 ottobre 2017.

Gli Istituti storici procederanno ad una valutazione tecnico-scientifica e provvederanno all’invio di tutti i progetti all’Assemblea legislativa entro il 6 novembre 2017. Nei primi mesi del prossimo anno l’Assemblea legislativa assegnerà le risorse ai progetti selezionati, contribuendo così alla realizzazione delle attività previste.

I criteri e le modalità di partecipazione sono precisate nella determinazione 495/2017 pubblicata anche nella sezione Amministrazione trasparente. Qui si allegano: 1. l’avviso, 2. il modulo di domanda di finanziamento, 3. i recapiti degli Istituti storici provinciali, 4. la determinazione 495/2017.

Documentazione allegata

 

Dopo di Noi, presto al via il bando regionale

Sono oltre quattro milioni le persone con disabilità nel nostro paese; a loro e alle loro famiglie la legge “Dopo di noi (112/2016)” cerca di dare risposte concrete. Un provvedimento lungimirante, che non guarda solo al presente, al qui ed ora, ma anche al futuro delle persone con disabilità, a quello che avverrà quando i genitori o altre persone vicine non saranno più in grado di prendersi cura di loro.

Per la prima volta vengono stanziate risorse strutturali per politiche di aiuto concreto e misure integrate che mettono la persona disabile al centro di un progetto individuale. L’obiettivo è di una progressiva presa in carico della persona con disabilità già durante l’esistenza in vita dei genitori e con il suo pieno coinvolgimento nelle scelte di vita.

Perno della legge è il nuovo Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, istituito presso il ministero del Lavoro con una dotazione di  oltre 180 milioni per il triennio 2016-2018, di cui circa 14 milioni per la nostra regione. Di questi, 6,5 milioni sono stati assegnati con ai Comuni emiliano-romagnoli (800mila ai comuni della provincia di Reggio) per varare interventi importanti sia in campo educativo-assistenziale che sul terreno dell’abitare: percorsi di uscita dai nuclei familiari di origine o di deistituzionalizzazione, misure mirate ad accrescere la consapevolezza e l’autonomia nella gestione della vita quotidiana delle persone disabili, azioni a sostegno della domiciliarità in soluzioni abitative innovative, spazi o strutture a carattere familiare e domestico.

Nelle prossime settimane questo percorso verrà rafforzato con altri 2,8 milioni di euro destinati a un bando regionale ad hoc (rivolto a Enti locali, associazioni, fondazioni, famiglie e privati), destinato a finanziare interventi strutturali, ossia progetti tesi alla realizzazione di soluzioni alloggiative in ogni ambito provinciale con la previsione del coinvolgimento diretto delle associazioni dei disabili presenti sul territorio, della comunità locale, delle stesse persone con disabilità e dei loro familiari.